Stefano Bollani
Rapsodia in blu

Lunedì 1 aprile 2019 ore 21.00
TEATRO FILARMONICO

BERLINER SYMPHONIKER ORCHESTER

pianoforte STEFANO BOLLANI
direttore FILIPPO ARLIA

Musiche di Tchaikovsky, Gershwin, Mussorgsky

ACQUISTA BIGLIETTO

Stefano Bollani
Rapsodia in blu

Lunedì 1 aprile 2019 ore 21.00
Teatro Filarmonico

Stefano Bollani
Berliner Symphoniker

Filippo Arlia, direttore
Musiche di Tchaikovsky, Gershwin, Mussorgsky

ACQUISTA BIGLIETTO

PROGRAMMA

Pëtr Il’ič Čajkovskij

“Romeo e Giulietta”
Ouverture-Fantasia dall’omonima tragedia di W. Shakespeare

George Gershwin

Rhapsody in Blue

Modest Petrovič Musorgskij

“Quadri di un’esposizione”
(orchestrazione di Maurice Ravel)

Promenade
Lo gnomo
Promenade II
Il Vecchio Castello
Promenade III
Tuileries (litigio di fanciulli dopo il gioco)
Bydło
Promenade IV
Balletto dei pulcini nei loro gusci
Samuel Goldenberg e Schmuÿle
Il mercato di Limonges
Catacombe (sepolcro romano) – Con i morti in lingua morta
Baba-Yagá
La grande porta di Kiev

Informazioni utili

Lo spettacolo si svolgerà presso il Teatro Filarmonico.
Come arrivare al teatro

SCARICA PROGRAMMA

Info Biglietti

Biglietti acquistabili presso il circuito Geticket, Box Office Verona e Filiali abilitate Unicredit – www.geticket.it

Poltronissima € 45,00 + dp
Poltrona € 40,00 + dp
Palchi € 40,00 + dp
Balconata € 35,00 + dp
I Galleria € 35,00 + dp
II Galleria € 30,00 + dp
II Galleria – Ridotto studenti fino a 25 anni € 15,00 + dp

ACQUISTA BIGLIETTO

GLI ARTISTI

Musicista eclettico e geniale, compositore, pianista jazz e classico, Stefano Bollani sale sul palco per imparare qualcosa ogni sera, anche perché “è più economico che pagare uno psicanalista”. Cerca stimoli ovunque, in tutta la musica del passato ma soprattutto esplora il presente, l’attimo, improvvisando a fianco di grandi artisti come il suo nobile mentore Enrico Rava, Richard Galliano, Bill Frisell, Paul Motian, Chick Corea, Hamilton de Holanda. In ambito classico si esibisce come solista con orchestre sinfoniche (Gewandhaus di Lipsia, Concertgebouw di Amsterdam, Orchestre de Paris, Filarmonica della Scala di Milano, Santa Cecilia di Roma, Toronto Symphony Orchestra) al fianco di direttori come Zubin Mehta, Kristjan Järvi, Daniel Harding, Antonio Pappano e soprattutto Riccardo Chailly, con cui incide Rhapsody in Blue e Concerto in Fa di Gershwin in un cd (2010) che vince il Disco di Platino con più di 70.000 copie vendute. Seguono il Concerto in Sol di Maurice Ravel (2012) e nel 2013 un DVD live registrato alla Scala di Milano con il Concerto in Fa.

Presta inoltre il suo piano ad artisti del pop-rock italiano tra cui Irene Grandi, con cui firma l’album Irene Grandi e Stefano Bollani (2012). Nel 2006, per Baldini Castoldi Dalai, pubblica il romanzo La sindrome di Brontolo, cui seguono Parliamo di musica (2013) e Il monello, il guru, l’alchimista e altre storie di musicisti (2015), entrambi editi da Mondadori. In televisione è ideatore, autore e conduttore delle due edizioni di Sostiene Bollani (Rai 3, 2011 e 2013), con cui porta la musica jazz sul piccolo schermo. Il suo progetto più recente è L’importante è avere un piano (Rai 1, 2016): sette appuntamenti in seconda serata su Rai1 con ospiti, improvvisazioni e musica dal vivo.

Fondata nel 1967 come Symphonisches Orchester Berlin, dall’unione dell’orchestra Berliner Symohonisches Orchester e della Deutsche Symphonieorchester, l’orchestra dei Berliner Symphoniker è una delle più celebri e prestigiose compagini orchestrali sulla scena internazionale. Il primo direttore -fino al 1973- è stato Carl August Bünte, mentre oggi i Berliner Symphoniker si esibiscono oggi sotto la guida del direttore principale Lior Shambadal e collaborano coi più importanti direttori del panorama mondiale. A Berlino l’orchestra presenta la sua programmazione principalmente nella leggendaria sala della “Philharmonie” e nella Haus des Rundfunks, ma promuove altresì inoltre spettacoli all’aperto, come la classica manifestazione Open Air Kulturbrauerei, oppure lo storico spettacolo piromusicale che si tiene sull’area dell’areoporto di Tempelhof. Un repertorio molto vasto, frequenti incisioni CD per le maggiori case discografiche e registrazioni televisive evidenziano ulteriormente il valore della compagine, che in occasione delle numerose tournèe tenute in tutto il mondo (Giappone, Cina, Stati Uniti, Argentina, Sud Africa, Emirati Arabi) ha visto esibirsi al proprio fianco alcuni tra i celebri solisti del secolo scorso, tra cui ricordiamo Luciano Pavarotti.

Classe 1989, è un pianista, didatta e direttore d’orchestra. E’ considerato dalla critica internazionale uno dei più brillanti e versatili musicisti italiani della sua generazione. Si diploma in pianoforte a soli 17 anni con il massimo dei voti, la Lode e la Menzione d’On ore sotto la guida di Antonella Barbarossa. Completa poi la sua formazione umanistica laureandosi in Giurisprudenza.

Nel 2011 decide di dedicarsi anche alla direzione e fonda l’Orchestra Filarmonica della Calabria, di cui é tutt’ora Direttore Principale. Ha collaborato con alcuni dei musicisti piú noti del nostro tempo, come Ramin Bahrami, Sergej Krylov, Yuri Shishkin, Fernando Suarez Paz e Michel Camilo.

Ha tenuto piú di 300 concerti come solista e direttore in Italia, Romania, Lituania, Germania, Portogallo, Turchia, Russia, Tunisia, Nuova Zelanda, Messico, Stati Uniti, Isra ele, Inghilterra, Francia, Egitto e Spagna calcando alcuni dei palcoscenici piú prestigiosi del mondo come la Carnegie Hall e la Mary Flager Cary Hall di New York, la Sala “Rachmaninov” di Mosca, la Filarmonica di Vladivostok, la “S. Katherine Concert Hall ” di Vilnius, l’ Università di Auckland, la Sala “Scarlatti” di Napoli, la Cairo Opera House, l’Auditorio Nacional de Musica di Madrid. Ha diretto orchestre dal prestigio internazionale tra cui l’Orchestra De Tineret di Cluj, la Cukurova State Symphony Orchestra di Adana, l’Orchestra Filarmonica “M. Jora” di Bacau, la Pacific Sym phony Orchestra di Vladivostok, la Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, l’Orkestra Akademik Baskent di Ankara, l’Orquesta Sinfonica del Estado de Me xico, l’Orquesta de la UANL di Monterrey, l’Orchestra Filarmonica Toscanini di Parma, la Haifa Symphony Orchestra, la Cairo Symphony Orchestra.

Con la Filarmonica Toscanini ha inaugurato la Stagione Concertistica 2015/2016 del Teatro Municipale di Piacenza. Nel 2016 debutta presso la Carnegie Hall di New York, dove debutta come direttore con la New England Symphony Orchestra nella Main Hall “Auditorium Isaac Stern/R. Perelman Stage”.

Nel 2014, durante la sua prima tournée in Russia, é stato nominato Professore Onorario del Conservator io di Stato “S. Rachmaninov” di Tambov e della Far Eastern State Academy of Arts di Vladivostok. Dal 2014 é Direttore dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. I. Tchaikovsky” di Nocera Terinese (CZ), dove è professore titolare di una cattedra di pianoforte principale.

Calendario Festival

1 Aprile

STEFANO BOLLANI – RHAPSODY IN BLUE

Teatro filarmonico / ore 21.00

10 Aprile

PER LA FINE DEI TEMPI

Aula Magna Università / ore 21.00

15 Aprile

FABIO TESTI – CONCERTO D’AMORE IN VERSI

Teatro filarmonico / ore 21.00

6 Maggio

MOZART IN VERONA

Sala Maffeiana / ore 21.00

20 Maggio

SPETTRI DEL ROMANTICISMO

Sala Maffeiana / ore 21.00

26 Maggio

CHAGALL & KANDINSKY – IL COLORE DEI SUONI

Teatro Ristori / ore 21.00

3 Giugno

VIVALDI E L’EUROPA BAROCCA

Sala Maffeiana / ore 21.00

17 giugno

PIERROT LUNAIRE

Sala Maffeiana / ore 21.00

Ticket Partner

PATROCINIO

PARTNER